Ticinoperbambini

Aiuti economici/finanziari alle famiglie

Indennità di maternità di paternità e di adozione

Dopo la nascita di un figlio sia le neomamme che i neopapà, se lavorano, hanno diritto a un congedo pagato sotto forma di indennità giornaliere di perdita di guadagno. Anche chi interrompe la propria attività lavorativa per adottare uno o più figli ha diritto a un’indennità.

 

Indennità per perdita di guadagno in caso di maternità
Si tratta di un'indennità che compensa una parte della perdita di guadagno delle donne neomamme.
Maggiori informazioni

Indennità per perdita di guadagno in caso di paternità
Si tratta di un'Indennità che compensa una parte della perdita di guadagno degli uomini neopapà.
Maggiori informazioni

Indennità di adozione
Si tratta di un'indennità che compensa una parte della perdita di guadagno delle persone che adottano uno o più figli. L'indennità è accordata dal giorno dell'accoglimento a casa.
Maggiori informazioni

Assegni: parentale, prima infanzia (API) e integrativo (AFI)

Aiuti finanziari accordati a dipendenza della situazione economica dei richiedenti ma indipendentemente dallo statuto professionale degli stessi (salariati, indipendenti, senza attività lucrativa, disoccupati, ecc.).

Se il reddito è insufficiente è possibile fare richiesta dell’assegno di prima infanzia (API) e/o dell’assegno integrativo (AFI) o ricorrere all’assistenza sociale.

La richiesta deve essere inoltrata allo sportello regionale LAPS competente, previo appuntamento fissato dal comune di domicilio.

 

Documentazione richiesta:

Scarica il documento

 

Servizio centrale delle prestazioni sociali

Via San Gottardo 2, 6500 Bellinzona
Tel:+4191 821 91 11
Email:afi-api@ias.ti.ch

 

 

Assegno Parentale:

L'assegno parentale ha lo scopo di aiutare le famiglie, sempre più confrontate con oneri a loro carico, attenuando i costi legati alla crescita dei figli, in caso di nascita o di accoglimento in vista di adozione.

Dal 1 gennaio 2019, in caso di nascita o adozione, è possibile avere diritto all’assegno parentale, che corrisponde aCHF 3'000.


Per saperne di più:

Scarica il documento informativo

 

Servizio centrale delle prestazioni sociali dell’Istituto delle assicurazioni sociali:
Email:assegno-parentale@ias.ti.ch
Tel:+4191 821 91 85
Assegni familiari

Gli assegni familiari sono aiuti finanziari, versati per compensare parzialmente i costi rappresentati da uno o più figli.

 

Assegno per figli
L’importo dell’assegno è di CHF 200 al mese, fino ai 16 anni del figlio rispettivamente fino ai 20 anni se il figlio presenta un'incapacità al guadagno.

Assegno di formazione
L’importo dell’assegno è di CHF 250 al mese, fino alla conclusione della formazione, ma al massimo fino ai 25 anni del figlio. Il diritto all'assegno di formazione non sussiste se il reddito da attività lucrativa del figlio è superiore a CHF 28'440 all'anno, rispettivamente a CHF 2'370 al mese; è considerato soltanto il reddito del lavoro (sono  inclusi  nel  reddito  del  lavoro  i  redditi  sostitutivi  quali  le  indennità  giornaliere  versate dall’assicurazione per perdita di guadagno, l’assicurazione contro la disoccupazione, le prestazioni dell’AI o dell’assicurazione malattia o infortuni).

 

Per saperne di più:
Vai la sito dell' IAS

 

Ufficio di riferimento:

Servizio assegni familiari
Via Ghiringhelli 15a
6500 Bellinzona
Tel. +41 91 821 91 11
Email:afbase@ias.ti.ch

 

Anticipo alimenti

Il Servizio rette, anticipi e ricuperi si occupa di anticipare al genitore richiedente gli alimenti dovuti dall’altro genitore per i figli minorenni, sulla base delle decisioni del Giudice o di una convenzione approvata dall’autorità competente, quando l’obbligato non provvede al regolare versamento.

La richiesta deve essere presentata per il tramite delle sedi regionali dell'Ufficio dell'aiuto e della protezione (UAP).

 

Ufficio competente
Ufficio del sostegno sociale e dell' inserimento

Viale Officina 6 - 6501 Bellinzona
Tel: +41 91 814 70 51
Email:dss-ussi@ti.ch

 

Contributi economici per la conciliabilità lavoro-famiglia

L'aiuto universale, l'aiuto soggettivo per beneficiari RIPAM e l'aiuto soggettivo per i beneficiari di assegni API sono da richiedere direttamente alla struttura o al servizio (nidi dell'infanzia, micronidi, famiglie diurne e centri extrascolastici riconosciuti).

 

Ufficio competente
Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani

Tel:+41 91 814 71 51
Viale Officina 6

6501 Bellinzona
Email:dss-ufag@ti.ch

 

Per saperne di più:
Vai alla pagina

Riduzione del premio cassa malati

Gli assicurati con una condizione economica modesta possono richiedere una RIPAM (o il cosiddetto sussidio per la cassa malati).

Per la richiesta della riduzione individuale di premio nell'assicurazione malattia, chi attualmente ne beneficia riceverà automaticamente il modulo per il rinnovo della richiesta.

 

Per le nuove richieste contattare il Servizio sussidi assicurazione malattia
Viale Stazione 28a, 6500 Bellinzona
Tel: +4191 821 93 11
Email:sussidi@ias.ti.ch

 

Per saperne di più:
Vai la sito dell' IAS

 

Assistenza sociale

Prestazioni assistenziali

Le prestazioni assistenziali sono erogate a coloro che stanno per cadere o sono caduti nel bisogno. La prestazione ordinaria serve a coprire il fabbisogno, le spese per l'alloggio e le spese di base per la salute. Le prestazioni circostanziali (speciali) sono invece versate per far fronte a bisogni specifici (ad es. trasloco, cure dentarie, ecc).

 

Maggiori informazioni

 

Per richiedere l'assistenza sociale la persona deve dapprima recarsi al proprio Comune di domicilio, il quale fornisce una prima consulenza personalizzata, consegna la lista della documentazione necessaria e fissa l'appuntamento presso lo Sportello Laps del proprio comprensorio.

 

La richiesta viene poi inoltrata e gestita dall' Ufficio del sostegno sociale e dell'inserimento:

 

Ufficio del sostegno sociale e dell'inserimento

Servizio prestazioni
Viale Officina 6
6500 Bellinzona
Tel:+41 91 814 70 51


Orari di apertura sportello
Dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 16.00

Orari centralino
Dal lunedì al venerdì dalle 08.45 alle 11.45 e dalle 13.30 alle 16.00

 

Aiuti allo studio

Gli aiuti allo studio favoriscono l’accesso alla formazione scolastica e professionale post-obbligatoria, il perfezionamento professionale e la riqualifica professionale.


Le richieste di aiuti allo studio vengono considerate in ordine d'entrata e le decisioni si basano sulla Legge sugli aiuti allo studio e sul Regolamento della Legge sugli aiuti allo studio.

 

 

Aiuti allo studio

Non hai trovato quello che cercavi?

 
I tuoi dati saranno trattati con la massima riservatezza, e verranno utilizzati esclusivamente per poter rispondere alla richiesta.